Edward Snowden ha parlato di una civiltà parallela esistente sulla Terra

2.384

Recentemente, Edward Snowden ha fatto cenno all’esistenza di una società parallela sulla Terra, sollevando interrogativi che richiedono un’approfondita considerazione.

Edward Snowden

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È imperativo notare che le informazioni da lui divulgate, riguardanti una civiltà parallela e gli UFO, necessitano di una verifica accurata e di una conferma più dettagliata. Snowden, famoso per le sue rivelazioni sulla sorveglianza governativa negli Stati Uniti, ha catturato l’attenzione del pubblico con le sue ultime dichiarazioni riguardanti questa presunta esistenza, anche se queste non sono ancora state corroborate dalla comunità scientifica.

Secondo Snowden, il governo statunitense dispone di dati concernenti forme di vita simili agli esseri umani, le quali risiedono sulla Terra e si sono evolute a un livello superiore rispetto all’umanità. Tali forme di vita, secondo quanto riferito da Snowden, non sarebbero alieni, bensì organismi adattati al nostro pianeta, presenti qui da milioni di anni, come riportato dall’agenzia di stampa russa newsfrol.ru.

È stato inoltre affermato che le informazioni su tali entità, denominate “estremofili”, siano state classificate fin dagli anni ’90. Tuttavia, al momento, non esistono ancora dati scientifici ampi o prove ufficiali che supportino queste affermazioni.

Nonostante ciò, il tema degli UFO e delle civiltà parallele sulla Terra sta suscitando interesse, specialmente alla luce di fenomeni inspiegabili e di varie evidenze che sollevano interrogativi riguardo aspetti sconosciuti del nostro pianeta.

Il termine “estremofili” si riferisce a organismi capaci di sopravvivere in condizioni estreme che sarebbero letali per la maggior parte delle forme di vita. Questi organismi mostrano una straordinaria capacità di adattamento a condizioni quali temperature estreme, alta pressione, ambienti acidi o alcalini, alti livelli di radiazioni e persino l’assenza di ossigeno.

Alcuni estremofili sono stati rinvenuti in luoghi estremamente ostili sulla Terra, come le profondità degli oceani, le fenditure vulcaniche, le formazioni di ghiaccio e persino in ambienti ad alta radiazione. La loro sopravvivenza e prosperità dipendono da adattamenti unici e da meccanismi di difesa che consentono loro di sopravvivere in tali condizioni estreme.

Nel contesto delle dichiarazioni di Edward Snowden, gli “estremofili” potrebbero essere considerati organismi adattati alla vita nelle profondità terrestri o sotto i ghiacci, teoricamente facendoli parte di una civiltà parallela.

Tuttavia, è importante sottolineare che questo concetto richiede ulteriori test approfonditi e una conferma scientifica per stabilire la credibilità di tali affermazioni. Questo argomento richiede ulteriori ricerche e verifiche per determinare la validità delle dichiarazioni e la loro base scientifica.

fonte Source

I commenti sono chiusi.