“Esiste una base segreta su Marte dove umani e alieni cooperano”

1.855

Secondo alcune insolite dichiarazioni, lo stato di Israele, insieme ad altri governi occidentali, avrebbe avuto contatti con gli alieni anni fa.

Così dice Haim Eshed, un generale israeliano in pensione, ex capo dell’agenzia spaziale e attuale professore universitario nel Paese. “Le autorità di tutto il mondo sono a conoscenza dell’esistenza di alieni a vari livelli”.

Perché tenerlo segreto?

Eshed, secondo il Jerusalem Post , pensa che l’umanità non sia preparata a notizie di questa natura e categoria. “Rivelare l’esistenza degli extraterrestri minerebbe le convinzioni di milioni di persone”.

In un’intervista con Yedioth Ahronoth , Eshed, che ha servito per decenni come capo dell’agenzia spaziale israeliana e capo del programma di sicurezza spaziale del Paese, è un esperto molto rispettato in materia.

Secondo Eshed, Israele e gli Stati Uniti hanno a che fare con gli alieni da anni, essendo un elemento ricorrente nelle loro politiche interne.

Spiega che esiste un enorme elemento organizzativo, chiamato ” Federazione Galattica “, che comprende varie razze, civiltà e specie di alieni.

“La Terra e l’umanità, dalla metà del XX secolo, avrebbero stipulato accordi per il proprio reddito”.

L’ex capo della sicurezza spaziale, sebbene non chiarisca quali specie o imperi galattici siano stati in contatto con l’uomo, ha voluto fornire alcune descrizioni di che tipo di accordi sono stati presi tra gli alieni e gli Stati Uniti, il paese che avrebbe guidato conversazioni rappresentando la civiltà.

Questi accordi sono stati presi perché entrambe le parti desiderano indagare e comprendere “la struttura dell’universo” e l’unico modo per arrivare a una conoscenza completa è la costante cooperazione tra i diversi membri dell’universo.

È qui che le cose si fanno un po’ strane…

Eshed afferma che la cooperazione include una base sotterranea segreta su Marte, dove ci sono rappresentanti statunitensi e alieni, un’enorme struttura che ospita strumenti, materiali e dispositivi inconcepibili, oltre a navi gigantesche e altri gadget di origine aliena.

L’informazione, che potrebbe essere un semplice desiderio da parte di Eshed, deve essere afferrata “con una pinzetta”, ovviamente.

Lo stesso israelita fa notare che una volta ha cercato di presentare un piano per presentarli al mondo, ma la Federazione Galattica gli avrebbe impedito di farlo, dicendo che desideravano evitare l’isteria di massa nella società, il crollo dei mercati o possibili guerre , poiché sentivano che l’umanità aveva bisogno di evolversi.

“Non era permesso farlo perché volevano che l’umanità raggiungesse un nuovo stadio in cui capisse cos’è lo spazio e come possiamo navigare attraverso di esso grazie ai futuri veicoli spaziali”, ha concluso.

fonte ufospain

I commenti sono chiusi.