Ex funzionario dei servizi segreti statunitensi: “Ci sono documenti dell’incidente UFO avvenuto in Italia”

1.322

David Grusch è un ex funzionario dei servizi segreti degli Stati Uniti che ha reso delle dichiarazioni riguardo agli UFO. Secondo quanto riportato da diverse fonti giornalistiche, Grusch sostiene che il governo degli Stati Uniti mantenga un programma segreto di recupero di UFO e che sia in possesso di veicoli di origine non umana e di piloti deceduti.

Secondo le sue affermazioni, basate su informazioni classificate fornite da colleghi, il governo statunitense avrebbe acquisito un’astronave di origine non umana con l’assistenza del Vaticano e del “Five Eyes”, una coalizione di servizi segreti di paesi anglofoni.

Grusch ha anche affermato di aver visto documenti che riportano il recupero di un’astronave di origine non umana da parte del governo di Benito Mussolini, con l’assistenza del Vaticano e del Five Eyes.

Inoltre, Grusch ha dichiarato che ci sarebbe una preoccupazione costante tra le persone con cui ha parlato che nel corso degli anni americani siano stati uccisi per proteggere il segreto.

Le affermazioni di Grusch sono state oggetto di controversie e sono state respinte da alcune istituzioni ufficiali. La NASA e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti hanno rilasciato dichiarazioni in risposta alle affermazioni di Grusch, affermando che non sono state trovate prove di vita extraterrestre e che non esistono informazioni verificabili sul possesso o sulla retroingegnerizzazione di materiali extraterrestri.

Le affermazioni di Grusch hanno attirato l’attenzione dei media e di alcuni membri del Congresso degli Stati Uniti. Due parlamentari statunitensi hanno annunciato l’intenzione di tenere un’audizione sul tema degli UFO, presumibilmente verso la fine di luglio 2023 in Florida, sotto la direzione della Commissione per la vigilanza della Camera dei rappresentanti.

Come ogni dichiarazione sul tema UFO le affermazioni di Grusch non sono state confermate da fonti indipendenti e non esistono prove tangibili che le supportino al di là delle sue dichiarazioni personali.

La comunità scientifica rimane scettica riguardo a queste affermazioni finché non saranno presentate prove concrete e verificabili.

Potete trovare la sua intervista cliccando QUI.

I commenti sono chiusi.