Gli Osiriani: Una “civiltà avanzata” vissuta in Egitto prima dei faraoni

1.903

Gli Osiriani, una civiltà che proviene dal Mediterraneo e precede l’Egitto dinastico. Molti ricercatori hanno scoperto vestigia dell’avanzata di questa civiltà, dimostrando che avevano navi simili ai Vimana.

È stata trovata la prova che gli Osiriani abitavano il Mediterraneo.

Anni di ricerche hanno rivelato che il Mediterraneo era un’immensa valle fertile . In particolare nei tempi in cui esisteva Atlantide. Durante quel periodo esisteva un’altra possibile civiltà , conosciuta come gli Osiriani.

Si ritiene che fossero estremamente avanzati , avendo una tecnologia inadeguata per l’epoca. Facendo uso di navi equivalenti ai Vimana indù.

GLI OSIRIANI: TECNOLOGIA ANTICA

Durante l’esistenza della civiltà osiriana, il Nilo era conosciuto come il fiume Stix , e percorreva un corso diverso.

Invece di sfociare nel Mar Mediterraneo, proseguiva verso la Valle Osiriana per poi svoltare ad ovest, per sfociare nella parte più profonda della Valle Mediterranea, dove creò un grande lago.

Quindi scorreva tra Malta e la Sicilia ed a sud della Sardegna, raggiungendo l’Atlantico da Gibilterra. Questa immensa valle, insieme al Sahara, era il territorio in cui abitavano gli Osiriani.

L’ archeologia concorda sul fatto che nel Mar Mediterraneo ci siano almeno 200 città sommerse . La civiltà egizia, insieme a quella minoica e micenea di Creta e della Grecia sono, in teoria, resti della cultura osiriana.

Questa civiltà eresse edifici antisismici , possedeva elettricità e altre tecnologie comuni ai tempi di Atlantide.

“Avevano anche velivoli simili ai Vimana e altri mezzi di trasporto, solitamente alimentati dall’elettricità . Una delle grandi prove di ciò sono le tracce automobilistiche trovate a Malta, che attraversano grandi scogliere fino a perdersi sott’acqua”.

Si ritiene che gli osiriani abbiano utilizzato queste rotte per trasportare pietre dalle cave alle città che ora sono sommerse .

La piattaforma Ba’albek , in Libano, è uno dei principali misteri dell’archeologia, e si crede che sia di tecnologia osiriana .

Questa piattaforma è costituita dalle rocce scolpite più grandi del mondo ; i conci di Ba’albek. Alcuni di questi pezzi sono lunghi più di 24 metri e lunghi 4 metri . Si ritiene che pesino tra 1.200 e 1.500 tonnellate .

La piattaforma Ba’albek Tecnologia osiriana?

NASCITA E FINE DELLA CIVILTÀ OSIRIANA

Secondo la mitologia, questa civiltà fu creata dal dio Osiride . Secondo le leggende egizie, Osiride è figlio di Nut, dea del cielo e Geb, dio della Terra.

Osiride sposò Iside e da quell’unione nacque il dio Horus. Osiride è il fratello di Nepthys, dea della morte e di Set, dio del caos e del disordine.

Si ritiene addirittura che il nome Osiride derivi dalla parola greca Asar o Uso, che significa “la forza dell’occhio” o “Colui che vede il trono”. Questa traduzione si basa sui geroglifici usati per rappresentare Osiride: un trono e un occhio.

La causa della scomparsa di uesta civiltà, è ancora un mistero. Si ritiene che sia esistita circa 15.000 anni fa e che fosse “una delle civiltà più sofisticate del tempo di Atlantide”.

Avevano magnifiche città strade, porti, rotte commerciali e altro ancora. Fu dimora di marinai e mercanti. Inoltre, hanno costruito strutture megalitiche con una tecnologia antisismica unica.

Tuttavia, durante la distruzione di Atlantide, si ritiene che ci sia stato un colossale cambiamento nell’Oceano Atlantico. Ciò ha fatto sì che il fiume Stix cambiasse completamente il suo corso e il bacino del Mediterraneo iniziò a subire grossi cambiamenti

L’agitazione dell’acqua distrusse la maggior parte delle città osiriane, costringendo la popolazione a spostarsi su un terreno più elevato.

Questa teoria spiegherebbe i misteriosi resti megalitici che sono stati trovati in tutto il Mediterraneo. Ciò ha portato migliaia di marinai, archeologi e ricercatori ad avventurarsi ogni anno alla ricerca delle rovine della civiltà osiriana.

fonte ufospain.es

I commenti sono chiusi.