Le Previsioni Degli Antichi Saggi: “Guerre in arrivo, Catastrofi e Speranze di Rinascita”

2.611

Molti saggi antichi hanno previsto una serie di conflitti imminenti, avvertendo della possibilità di una nuova guerra mondiale a causa degli eventi nei Balcani.

Si chiedono se potrebbe emergere un individuo simile a Gavrilo Princip, scatenando un’altra guerra mondiale, e chi potrebbe essere la figura guida sacrificale, simile all’Arciduca Ferdinando. L’idea di un’azione cinese oltre l’Eufrate e uno scontro russo-NATO in territorio turco può sembrare inverosimile, ma si consiglia di non trarre conclusioni affrettate.

Questi saggi antichi hanno messo in guardia riguardo al conflitto continuo. Perché, si chiedono, nel corso della storia umana, i conflitti non accennano a diminuire nonostante il progresso educativo e le discussioni incessanti sui valori della società? Gli esoteristi ritengono che questi conflitti siano essenziali per il cammino umano verso la luce interiore.

Ma quando accadrà questo cambiamento? Probabilmente non presto. Fino ad ora, Putin, Netanyahu e Biden sembrano incapaci o disinteressati a risolvere i conflitti senza ricorrere alla guerra, coinvolgendo così molte persone.

Secondo l’anziano Paisios dell’Athos, dopo la fine del conflitto con la Turchia, i principali scontri si sposteranno in Medio Oriente. La Cina parteciperà, attraversando l’Eufrate per invadere Israele con un esercito di 200 milioni di persone, mentre i russi si scontreranno con la NATO in territorio turco.

Allo stesso modo, l’anziano Kosmas dell’Etolia del XVIII secolo ha predetto una Terza Guerra Mondiale breve ma altamente distruttiva, partendo da Dolmacia (Serbia).

Anche l’anziano Matthew, deceduto nel 1950, aveva predetto una nuova tragedia mondiale derivante da azioni specifiche nell’ex Jugoslavia, con una riduzione della popolazione mondiale del 33%. Questi sono solo alcuni scenari: altri prevedono una guerra nucleare tra Russia e Cina, con quest’ultima che cercherà di annettere l’Estremo Oriente, ma dovrà ritirarsi e i russi intensificheranno lo sviluppo in Siberia.

Alcuni anziani prevedono che si eviterà una grande tragedia, anche se gli avvenimenti umani scuoteranno profondamente l’equilibrio sociale. Il 2024 potrebbe essere un anno estremamente difficile, con la possibilità di carestie globali dovute al peggioramento delle condizioni economiche.

L’instabilità economica si riverserà su tutti gli stati, costringendo le persone a scegliere tra “la croce o il pane quotidiano”, cioè tra la purezza spirituale e la sopravvivenza materiale.

Ci saranno disordini e conflitti in molte parti del mondo, con una crescente insoddisfazione verso i governi e un inevitabile crollo dell’ordine stabilito.

Tuttavia, si consiglia di essere pazienti e non lamentarsi: i tempi difficili non dureranno a lungo. Già nel 2025, il mondo potrebbe superare la fase critica e intraprendere un nuovo percorso di sviluppo.

Alcune profezie indicano tensioni crescenti tra gli Stati Uniti e i suoi alleati, portando entrambi a grandi difficoltà. Tuttavia, Washington sembra avere una maggiore solidità.

Inoltre, il futuro potrebbe portare alla risoluzione delle divergenze tra gli Stati Uniti e i suoi alleati, ma una situazione politica precaria potrebbe portare alcuni stati a dichiarare l’indipendenza.

Naturalmente, le catastrofi naturali potrebbero aggravare ulteriormente questa situazione già incerta, con proiezioni di grandi disastri negli Stati Uniti già nel 2024.

Una volta che l’equilibrio di potere nel mondo cambierà, l’instabilità finanziaria potrebbe influenzare l’economia globale senza causare conflitti armati, sebbene siano possibili tensioni locali.

fonte Sou:lAsk

I commenti sono chiusi.