L’ufficio segreto della CIA avrebbe effettuato 9 missioni per recuperare degli UFO precipitati

3.465

Nuove testimonianze continuano ad alimentare la possibile ipotesi che il governo degli Stati Uniti stia celando veicoli avanzati non di origine umana.

L’Ufficio di Accesso Globale (OGA) – parte della Direzione della Scienza e della Tecnologia della CIA – sembra essere al centro di questa questione, secondo quanto riportato da tre fonti che hanno recentemente rivelato queste informazioni al Daily Mail britannico, mantenendo l’anonimato per paura di ritorsioni da parte del governo.

Quest’ufficio, negli ultimi anni, avrebbe avuto un ruolo chiave nella raccolta di ciò che potrebbe essere veicoli spaziali extraterrestri. Uno dei denuncianti ha affermato che almeno nove presunti ‘manufatti non umani’ sono stati recuperati dal governo degli Stati Uniti, alcuni danneggiati in incidenti e due completamente intatti.

Un altro ha dichiarato che la CIA possiede un sistema che può individuare gli UFO mentre sono invisibili e, nel caso in cui atterrino, si schiantino o vengano abbattuti sulla Terra, unità militari speciali vengono inviate per recuperare i resti.

Una fonte a conoscenza delle attività dell’OGA ha sottolineato che si specializza nel consentire all’esercito statunitense di accedere segretamente a zone del mondo normalmente non accessibili, come quelle dietro le linee nemiche. ‘Sono dei facilitatori che permettono alle persone di entrare e uscire da paesi’, ha affermato il denunciante, informato da individui coinvolti in presunte missioni di recupero degli UFO. ‘Sono estremamente abili nel raggiungere qualsiasi luogo desiderato nel mondo.’

Il logo dell’OGA.

Diverse fonti informate sulle attività dell’OGA hanno dichiarato che, sebbene la maggior parte delle loro operazioni riguardi il recupero di armi nucleari smarrite, satelliti caduti o tecnologie avversarie, alcune operazioni coordinate dall’OGA hanno coinvolto il recupero di materiali non di origine umana.

‘Il compito è prendere possesso di tali materiali e proteggerne il segreto’, ha sottolineato uno dei fonti. ‘Il recupero fisico è effettuato dall’esercito, ma questi materiali non vengono tenuti sotto controllo militare per evitare la gestione di un gran numero di registri. Di conseguenza, vengono rapidamente trasferiti a enti privati come Lockheed Martin.’

La diffusione di queste informazioni, curiosamente, coincide con gli sforzi intensificati di due importanti legislatori repubblicani, Mike Rogers e Mike Turner, per eliminare l’emendamento sulla Declassificazione degli UAP dalla Legge sull’Autorizzazione della Difesa Nazionale per l’Anno Fiscale 2024.

Tale emendamento, presentato da Chuck Schumer nel luglio 2023, propone la creazione di un Consiglio di Revisione dedicato alla divulgazione di informazioni e materiali legati ai Fenomeni Anomali Non Identificati.

John Greenewald, esperto di declassificazione di documenti governativi, ha commentato: ‘È una sorprendente coincidenza che queste affermazioni emergano proprio mentre attivisti UFO stanno spingendo per l’approvazione di un disegno di legge. È interessante notare che due di questi attivisti siano anche tra gli autori di questo articolo sul tabloid britannico. Va sottolineato che le fonti non vengono specificate e rimangono anonime’.”

fonte Misteryplanet

I commenti sono chiusi.