Rovine sommerse di una megastruttura di 11.000 anni trovate nel Mar Baltico (Video)

Scopri l'affascinante scoperta di un antico muro sommerso nel Mar Baltico, datato a oltre 10.000 anni fa, durante una spedizione archeologica.

3.405

Un importante frammento di storia antica è stato scoperto nelle profondità del Mar Baltico, segnando un significativo traguardo nell’esplorazione archeologica.

Questa sorprendente scoperta è stata fatta casualmente nella Baia di Mecklenburg, in Germania, durante una normale spedizione condotta da studenti. Situato a circa 10 chilometri di distanza dalla costa, il team di ricercatori ha individuato un’anomalia intrigante utilizzando il loro sistema sonar multi-beam.

Ciò che hanno trovato è stata una vasta e enigmatica struttura muraria che si estendeva per quasi un chilometro lungo il fondale marino, ad una profondità di 21 metri. Un’analisi dettagliata ha rivelato che questa imponente struttura risale a oltre 10.000 anni fa, potenzialmente rendendola la più antica megastruttura conosciuta costruita dagli antichi europei.

Composta da circa 1.670 pietre disposte in modo meticoloso per collegare circa 300 massi più grandi, la struttura suggerisce una costruzione deliberata, indicando uno scopo specifico concepito millenni prima di essere sommersa dal mare.

Guidati dal geofisico Jacob Geerson dell’Università di Kiel, il team di ricerca ha denominato questa scoperta “muro di Blinker”. Ipotizzano che sia stata probabilmente costruita da cacciatori-raccoglitori dell’età della pietra vicino a un lago o una palude, fungendo da una delle prime strutture di caccia documentate nella storia e classificandosi tra le più grandi costruzioni dell’età della pietra in Europa.

Attraverso i millenni, la geografia terrestre ha subito profonde trasformazioni a causa delle fluttuazioni del livello del mare, dell’erosione e dei cambiamenti geologici, sommergendo innumerevoli antichi insediamenti sotto le onde e nascondendo i loro segreti.

Tuttavia, i progressi tecnologici continuano a svelare questi relitti sommersi, offrendo preziose intuizioni sul modo di vivere dei nostri antenati.

Anche se la funzione precisa del muro di Blinker rimane sconosciuta, gli esperti ipotizzano che potrebbe aver funzionato come un aiuto alla caccia, probabilmente guidando mandrie di renne. La disposizione strategica della costruzione suggerisce la creazione intenzionale di imbottigliamenti per incanalare gli animali, con i ricercatori che ipotizzano la presenza di un secondo muro adiacente.

Anomalia nel Mar Baltico,

L’esame dettagliato delle dimensioni, della composizione e dell’allineamento della struttura indica fortemente il coinvolgimento umano, escludendo la formazione naturale. L’analisi del team ipotizza la costruzione del muro di Blinker oltre 10.000 anni fa, con l’immersione avvenuta circa 8.500 anni fa.

L’importanza del muro di Blinker va oltre la sua antichità, promettendo preziose intuizioni sulle complessità socio-economiche delle antiche società di cacciatori-raccoglitori della regione, illuminando il loro modo di vivere e l’interazione con l’ambiente.

Il Mar Baltico è ricco di antichi misteri, non solo la scoperta delle rovine della megastruttura di 11.000 anni fa, ma anche la scoperta nel giugno 2011 da parte del team di immersioni svedese OceanX di un’enigmatica anomalia con caratteristiche non convenzionali che ha scatenato speculazioni riguardo a un possibile UFO sommerso.

Nonostante le spiegazioni riguardo al muro di Blinker, l’anomalia simile a un UFO continua a confondere gli esperti, avvolta nel mistero fino ad oggi.

fonte ufosightingshotspot

I commenti sono chiusi.