Scienziati costruiranno una “scatola nera” per registrare la fine della nostra civiltà

2.509

Questa “scatola nera” avrà la forma di un monolite, sarà indistruttibile e sopravvivrebbe a una presunta (o meno) apocalisse.

Se la civiltà umana crollasse in questo momento, cosa rimarrebbe? Forse parti di alcune città. O la Statua della Libertà nello stile del “Pianeta delle scimmie“.

A meno che non trasformiamo drasticamente il nostro modo di vivere, il cambiamento climatico e altri pericoli causati dall’uomo causeranno il crollo della nostra civiltà.

Credito: earthsblackbox.com

 

Nel complesso, tuttavia, potrebbero non essere rimaste molte prove su ciò che l’umanità ha realizzato o su ciò che ha causato la sua rovina. Un team di ricercatori vuole cambiarlo.

Una scatola nera sarà la soluzione?

La scatola nera della Terra registrerà ogni passo che facciamo verso questa catastrofe: Centinaia di set di dati, misurazioni e interazioni relative alla salute del nostro pianeta verranno continuamente raccolti e archiviati in modo sicuro per le generazioni future.

Il progetto, chiamato Earth’s Black Box, sarà un enorme monolite d’acciaio installato in una parte remota della Tasmania.

È simile alle scatole nere progettate per sopravvivere agli incidenti aerei e fornire agli investigatori dati preziosi su ciò che ha causato il disastro.

L’unica differenza è che questa volta sarà su scala planetaria.

Lo scopo del dispositivo è fornire un resoconto imparziale degli eventi che portano alla scomparsa del pianeta, mantenere la responsabilità per le generazioni future e ispirare un’azione urgente.

Il progetto è una collaborazione tra ricercatori dell’Università della Tasmania, l’agenzia di marketing Clemenger BBDO e l’agenzia creativa The Glue Society.

Il team sta progettando la scatola per registrare i dati climatici come i livelli di CO2 atmosferica, la temperatura del mare e i livelli di consumo energetico.

Raccoglierà anche informazioni contestuali come titoli di notizie e post sui social media.

L’idea è che se la Terra crollasse a causa del cambiamento climatico, questo dispositivo di registrazione indistruttibile sarà lì in modo che chiunque resti possa imparare da quello che è successo“, ha affermato Jim Curtis, direttore creativo esecutivo di Clemenger BBDO.

Umanità sopravvissuta

La scatola stessa sarà realizzata in acciaio spesso 3 pollici a sbalzo in granito. All’interno sarà presente un sistema di accumulatori connessi a internet alimentati da pannelli solari sul tetto del box.

La scatola sarà realizzata in acciaio di 7,5 centimetri di spessore. Credito: EarthsBlackBox.com.

 

La scatola nera sarà realizzata in acciaio di 7,5 centimetri di spessore.

È costruito per sopravvivere a tutti noi”, ha detto alla ABC Jonathan Kneebone, co-fondatore della Glue Society. “Se succede il peggio, solo perché le reti elettriche cadono, questo sarà ancora lì“.

Il problema più grande per il team ora è come aiutare le civiltà future ad accedere alle informazioni che contiene.

Dopotutto, troveranno semplicemente un misterioso monolite in mezzo al nulla, in modo da poter regredire e comportarsi come scimmie che scoprono qualcosa di simile nel film 2001: Odissea nello spazio.

fonte ufospain.es

I commenti sono chiusi.