Umani su Marte? Un ex membro della NASA dice di averli “visti”

6.482

Marte è uno degli enigmi più importanti per l’umanità. Tuttavia, il nostro vicino più prossimo potrebbe essere già stato colonizzato dagli umani in passato.

“Jackie” afferma di aver visto degli umani camminare su Marte.

Sebbene la comunità scientifica affermi che l’umanità non ha la tecnologia per raggiungere Marte, ci sono diverse indicazioni che indicano il contrario .

Ora, un ex lavoratore della NASA ha dichiarato di essere sicura di aver visto umani in tuta spaziale camminare normalmente sulla superficie marziana.

L’umanità è già arrivata su Marte e noi non lo sappiamo?

Chiamandosi con lo pseudonimo di “Jackie”, ha detto di aver lavorato per l’agenzia spaziale alla fine degli anni ’70 . Fu lì che lei, insieme ad alcuni dei suoi compagni, osservò un gran numero di sagome di persone sulla superficie di Marte.

Il team stava conducendo un lavoro di monitoraggio sulla missione VIking quando si sono imbattuti nelle immagini impressionanti.

L’ex lavoratrice ha fatto le osservazioni insieme a John Lear, un ex pilota della CIA , noto per essere un fervente cacciatore di UFO e teorie del complotto.

Tutto questo è andato in onda sul famoso programma radiofonico Coast to Coast AM, caratterizzato nel portare molti esperti sulla materia extraterrestre . La donna ha anche chiarito che la colpa è della NASA per aver tenuto nascoste questo tipo di informazioni .

Le future missioni su Marte erano sono altro che una facciata per ciò che accadeva da decenni. Ma come è possibile che abbiamo raggiunto il pianeta rosso?

Si ritiene che la NASA abbia in suo possesso una tecnologia aliena che consente loro di svolgere, da molti anni, questo tipo di missioni segrete. Durante questa intervista, l’ex lavoratore ha dichiarato:

John Lear sostiene che gli esseri umani possono adattarsi all’atmosfera marziana.

“Quel vecchio rover si stava muovendo… poi ho visto quelle che sembravano essere due persone con addosso una specie di tuta spaziale… non erano le tute pesanti indossate normalmente, ma sembravano una specie di protettore. Stavano arrivando all’orizzonte dirigendosi verso il rover.

“Quando ci siamo resi conto della strana anomalia, io e i miei colleghi siamo corsi di sopra, ma hanno chiuso a chiave la porta e hanno attaccato un avviso sulla porta dicendo che non potevamo passare in modo da non poter osservare nulla”.

La NASA «ci inganna»

Allo stesso modo, John Lear ha assicurato che la NASA era su Marte negli anni ’60 . Inoltre, è convinto che le tute spaziali non siano necessarie, dal momento che gli esseri umani sono in grado di adattarsi a respirare l’atmosfera a basso contenuto di ossigeno del nostro vicino planetario.

Ci sono anche alcuni ricercatori che hanno dichiarato che le potenze più importanti del pianeta hanno compiuto diversi viaggi nello spazio .

Queste nazioni hanno intere flotte spaziali e hanno creato una sorta di scudo olografico attorno alla Luna per impedire a chiunque di vedere cosa si nasconde nello spazio…

Se queste informazioni fossero vere, parleremmo della più grande bufala della storia umana: cosa hanno fatto su Marte in tutti questi anni? Cosa esiste sul pianeta rosso?

 

fonte ufospain.es

I commenti sono chiusi.