Un medico militare trova i resti di una mummia aliena con quattro dita in Messico

1.451

Nel 2017, vari media hanno riportato la scoperta in una grotta a Nazca, in Perù, di quelle che sembravano essere diverse mummie con tre dita, grandi teschi e uova. Le teorie sulla sua origine andavano dagli alieni a una bufala ben congegnata. Infine, i resti sono stati sottoposti ai raggi X. Nell’agosto 2021, l’analisi ha stabilito che le mummie erano degli esseri viventi, ma non è stata trovata alcuna prova che si trattasse di esseri umani, animali, rettili o altro, tanto meno ha escluso che fossero alieni. Ed ora i media messicani riportano la scoperta dei resti di un essere extraterrestre.

Un altro essere extraterrestre, ora in Messico

Secondo i media locali Expreso , Pablo Enrique García Sánchez, rinomato ricercatore con un diploma post-laurea presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM) e il premio Microfono d’oro dalla Camera dei Deputati per le sue ricerche archeologiche e presentazioni sulla cultura Mezcalien, ha annunciato la scoperta di una strana mummia insieme a misteriosi manufatti in una miniera d’argento di Taxco.

“Una mummia e un teschio presumibilmente extraterrestri sono stati trovati a Taxco, Guerrero, dal medico militare e ricercatore di culture antiche, Pablo Enrique García Sánchez “, riferisce Expreso.

Mentre diversi media e un post di Facebook sulla scoperta affermano che Sánchez ha affermato che la piccola mummia era un alieno, anche se non è stata ancora effettuata alcuna analisi. Come si può vedere nelle immagini, il profilo dello scheletro mostra una cassa toracica e braccia e gambe simili a quelle di un umanoide . Si può anche vedere che la testa è allungata…

Mentre i lineamenti del viso sono per lo più indistinti, le orbite sembrano essere troppo grandi per la testa. Anche le braccia e le gambe sono sproporzionate rispetto al corpo, essendo entrambe più lunghe di quanto dovrebbero essere. Veniamo poi alle dita: come le mummie peruviane a tre dita, sono molto più lunghe del normale e più sproporzionate rispetto al corpo… A differenza delle mummie peruviane, ci sono quattro dita invece di tre e non sembra che un quinto dito o pollice sia stato accidentalmente rimosso o rotto.

“Il ricercatore, che fa parte dell’associazione culturale Nahui Ollin, ha assicurato di aver scoperto i resti archeologici in una miniera di Taxco, che potrebbero appartenere a una cultura sconosciuta che abitava il Paese”, continua l’Expreso.

Nahui Ollin è un concetto metafisico azteco/messicano relativo alla quinta età della storia, quella attuale, ed è stato utilizzato come struttura educativa nella giustizia sociale e negli studi etnici per guidare gli studenti attraverso un processo di riflessione, azione, riconciliazione e trasformazione e si dice che sia utile nel sostenere un equilibrio armonioso di mente, corpo, spirito e comunità. Ciò ha senso poiché si dice che Sánchez sia un medico militare e un ricercatore di culture antiche . E a quanto pare, García Sánchez ha identificato la mummia come “Citlaltemini” (Fratello delle stelle), che è un’antica descrizione di ciò che la gente moderna chiamerebbe un alieno.

L’ outlet Net.hr offre uno dei pochi commenti sugli altri manufatti che sarebbero stati trovati con la mummia e ha persino un video di Sánchez che parla di una grande maschera con le zanne che potrebbe essere una rappresentazione della vera testa del “Fratello di le stelle” . In esso, il cranio allungato sembra più una protuberanza e i denti sembrano essere zanne, ma le orbite degli alieni sono chiaramente visibili. Il medico militare aveva anche un tavolo pieno di quelle che sembrano essere collane, statuette, targhette e armi. Una statua tiene sulle mani una testa aliena con le gambe piegate dietro in una posizione acrobatica o contorsionista. Purtroppo, non esiste un inventario di manufatti con descrizioni o analisi.

La maggior parte dei media si è concentrata sulla mummia e sulla grande maschera o teschio. Come le mummie a tre dita del Perù, molti hanno notato che la mummia sembrava essere una creatura creata dalle parti di più animali per apparire umanoide. Sembra che la mummia di Taxco non sia stata sottoposta a raggi X o analizzata per una biopsia dei resti mummificati interni.

Lo stesso vale per la maschera o il teschio che sembra avere un paio di denti simili a quelli umani dietro le zanne e le incisioni sulle mascelle, portando a supporre che si tratti di un artefatto umano. Per essere onesti, il resto dei manufatti dovrebbe essere considerato separatamente, poiché sembrano essere veri e propri manufatti mesoamericani simili per forma e composizione a quelli trovati in tutto il Messico e l’America centrale. A questo punto, ovviamente, è necessario fare molte più ricerche. Come le mummie peruviane a tre dita i resti dovranno essere seriamente analizzati per determinarne l’origine . Se è davvero un alieno, allora questo “Fratello delle stelle” cambierebbe l’intera storia dell’umanità. E se fosse una bufala, allora non sarebbe la prima.

Cosa ne pensate di questa sorprendente scoperta? È un essere alieno?

 

 

 

 

 

 

 

fonte mundoesotericoparanormal

I commenti sono chiusi.